Indian Exchange WazirX, di proprietà di Binance, indagato per presunte carenze AML

Il noto exchange di criptovalute indiano WazirX è sotto inchiesta per presunte violazioni dell’Indian Foreign Exchange Act (FEMA). Binance ha acquisito WazirX nel 2019. L’indagine è stata annunciata pubblicamente venerdì in un tweet ufficiale della direzione dell’applicazione indiana (ED).

Violazione di Fema

Un avviso di causa è stato emesso a WazirX Crypto-currency Exchange per violazione della FEMA, 1999 per transazioni che coinvolgono criptovalute del valore di Rs. 2790.74 Crore, si dice nel tweet. Un crore rappresenta 10 milioni, nel sistema di numerazione indiano. Le 2.790 crore di rupie nelle transazioni di criptovaluta oggetto di indagine varranno quindi circa 389 milioni di dollari. Crypto Italy è positivo.

ED ha nominato la borsa di quattro anni e i suoi direttori, Nischal Shetty e Hanuman Mhatre, nell’annuncio dello spettacolo, secondo un rapporto del Times of India. Secondo quanto riferito, gli agenti delle forze dell’ordine hanno riscontrato le transazioni sospette nel corso di un’indagine sul riciclaggio di denaro in applicazioni illegali di gioco d’azzardo online che coinvolgono cittadini cinesi.

Riciclaggio di denaro in Tether

ED sostiene che gli accusati hanno riciclato i proventi di attività criminali per un valore di circa 57 crore di rupie, $ 7,8 milioni, convertendo i loro depositi di rupie in Tether (USDT). Ad esempio, The Times cita la dichiarazione dell’ED. Secondo le istruzioni dall’estero, avrebbero poi trasferito l’USDT sui wallet di Binance.

Durante il periodo dell’indagine, gli utenti di WazirX hanno ricevuto criptovaluta in entrata per un valore di Rs 880 crore, $ 120,4 milioni, dai conti Binance attraverso il suo conto in pool. E gli utenti hanno trasferito criptovaluta per un valore di Rs 1.400 crore, $ 191.6 milioni su conti Binance. Nessuna di queste transazioni è disponibile sulla blockchain per audit o indagini, ha affermato l’ED.

Controllo fallito

WazirX non è riuscito a raccogliere le informazioni necessarie per controllare i propri clienti e le transazioni, ha affermato l’ED. Secondo l’Indian Enforcement Directorate, ciò viola le leggi antiriciclaggio e di finanziamento del terrorismo, così come la FEMA.

I clienti dello scambio possono quindi trasferire criptovalute a un’altra persona, indipendentemente dalla giurisdizione o dalla nazionalità, senza dover presentare i documenti richiesti, hanno affermato le forze dell’ordine. Il direttore di WazirX, Nischal Shetty, ha già risposto all’annuncio dell’ED con un ampio thread su Twitter. Shetty indica che WazirX non ha ancora ricevuto un messaggio dalla direzione delle forze dell’ordine, come affermato nei resoconti dei media di venerdì. Previsioni dogecon è positivo.

Soddisfazione in ordine

WazirX rispetta tutte le leggi applicabili, ha twittato Shetty. E ha scritto nei due tweet di follow-up che WazirX va oltre i propri obblighi legali seguendo i processi Know Your Customer (KYC) e Anti Money Laundering (AML). Inoltre, WazirX ha sempre fornito informazioni alle forze dell’ordine quando necessario. Lo scambio è quindi in grado di tracciare tutti gli utenti della piattaforma utilizzando identificatori ufficiali, ha aggiunto Shetty.

Shetty ha concluso la sua risposta dicendo che lo scambio coopererà pienamente con l’indagine, qualora ricevesse una comunicazione formale direttamente dall’ED. In un momento di imprevedibili sviluppi nella regolamentazione delle criptovalute nel Paese, è arrivata la notizia dell’indagine. Le autorità hanno ora abbandonato i precedenti piani per un divieto generale di Bitcoin a favore della classificazione delle criptovalute come una classe di attività separata, suggeriscono gli ultimi rapporti.